Cos’è una stampante e tipologie in commercio PBN 92

La stampante è diventata uno degli apparecchi più indispensabili all’interno delle nostre case e anche in ambito lavorativo. Una volta si utilizzava solo la macchina da scrivere ma non era un acquisto indispensabile, soprattutto per il costo che aveva e i suoi consumi. Nell’era dei computer la stampante diventa fondamentale quando abbiamo bisogno di documenti o immagini impressi su carta. Attualmente in commercio ci sono due tipologie principali, definite stampanti ad impatto e senza impatto. Al primo gruppo appartengono i modelli a matrice di aghi e a caratteri. Viceversa al secondo fanno parte a inchiostro, laser e stampanti termiche. Le periferiche di stampa più richieste e che sono più d’avanguardia fanno parte della prima categoria, quelle senza impatto. Questo tipo sono più gettonate, dato che sono più economiche e adatte ai nostri bisogni di ogni giorno. Il modello a getto d’inchiostro ha un funzionamento simile a quello a matrice d’aghi, ma al loro posto ci sono dei fori che spruzzano in maniera precisa e mirata sulla carta. Il loro costo è il più basso sul mercato, ma a lungo andare noteremo che le cartucce (parte dove risiede l’inchiostro) si consumano molto più frequentemente rispetto alle laser, essendo i consumi maggiori, supereremo quanto avremmo speso con un modello laser. La tipologia più diffusa utilizza un sistema chiamato Dod (drop on demand). Tramite degli ugelli dalla testina di stampa vengono spruzzate gocce d’inchiostro dalle cartucce, la carta spostata dai dei rulli viene cosi marchiata fino alla fine della fase. Le cartucce possono essere di 4 colori principali riassunte nel metodo CYMK(ciano, giallo, magenta e nero). Le stampanti laser sono quelle che hanno preso più piede, nonostante costino di più rispetto a quelle getto d’inchiostro. Il risparmio sarà nel costo di gestione, al contrario delle cartucce le stampanti laser utilizzano il toner, un dispositivo che durerà almeno 10 volte in più rispetto ad una cartuccia normale, facendoci contenere il costo di consumo. Il loro utilizzo è soprattutto per ambito lavorativo d’ufficio, la loro velocità di stampa è superiore a tutti gli altri modelli e se si deve stampare solo in bianco e nero, si noterà un ulteriore risparmio. Per altri tipologie e approfondire il tema, visitate il sito migliorestampante.it.