Umidificatori, uno per ogni ambiente

Non tutti gli umidificatori sono adatti a qualsiasi tipo di ambiente. Ecco perché il mercato propone un vasto assortimento di modelli che ben si adattano a qualsiasi casa o ambiente di lavoro. Un calcolo approssimativo dei metri quadri della nostra abitazione ci aiuta nella scelta del giusto umidificatore, se ad esempio viviamo in spazi ristretti basterà un modello con una ridotta capacità di umidificazione. Ricordiamo che il compito di un buon umidificatore è quello di portare a livelli di normalità l’aria seccata dall’azione dei sistemi di climatizzazione in funzione d’inverno in modo da renderla sana e respirabile, depurata da batteri e allergeni che possono contribuire all’insorgenza di patologie respiratorie e mali di stagione. Apparecchi con emissioni inferiori ai 200 ml/h sono indicati per vani di piccole dimensioni, sotto i 20 metri quadrati, al contrario per grandi spazi la scelta dovrà cadere su prodotti più performanti e dalle prestazioni più elevate.

E’ sempre bene sempre accertarsi, al momento dell’acquisto, che l’umidificatore sia dotato di un timer per impostare l’accensione e lo spegnimento e che la potenza abbia più livelli di regolazione, considerata la ridotta autonomia vincolata al consumo idrico nel serbatoio ricaricabile. In proposito c’è da dire che gli umidificatori a ebollizione hanno una capacità più ridotta dei modelli a ultrasuoni in quanto l’acqua trasformata in vapore che si diffonde nell’aria si consuma più velocemente, nel giro di poche ore. Anche per questo è consigliabile di tenere acceso l’apparecchio per un periodo limitato, per preservarne più a lungo l’autonomia, limitare i consumi energetici e, ultimo ma non ultimo, impedire che troppa umidità dia luogo a funghi e muffe che richiederebbero l’impiego di un deumidificatore per risanare l’ambiente da fenomeni di deterioramento e cattivi odori.

Orientarsi nell’acquisto di un umidificatore non deve tenere conto soltanto del tipo di casa in cui si vive, ma anche e soprattutto di chi ci vive. Se nell’ambiente domestico risiedono stabilmente bambini o anziani è sconsigliabile comprare i modelli ad ebollizione che potrebbero rappresentare una minaccia e aumentare il rischio di incidenti domestici. Infatti, a differenza di altri modelli a freddo, questo tipo di umidificatore lavora con acqua a 100 gradi e se qualcuno, inavvertitamente, si avvicina al serbatoio o distrattamente dovesse entrare in contatto con l’acqua bollente si potrebbe ustionare gravemente. Anche il rumore è un fattore determinante nella scelta, soprattutto se si deve posizionare il deumidificatore nella cameretta del bambino, meglio acquistare allora i prodotti a ultrasuoni che hanno il vantaggio di essere molto silenziosi.